Rifrazioni

Succede... mentre insegui improbabili dispositivi di senso, nel tentativo di ricondurre a visione omogenea e consequenziale i frammenti centrifughi di un presente smarrito. Come un raggio di luce, improvvise rivelazioni entrano e, deviando in corrispondenza della crosta dura del controllo, formano un angolo diverso da quello di incidenza. Cambia la direzione dello sguardo, piccole epifanie si palesano, ti costringono ad abbandonare (anche solo momentaneamente) la linea retta delle direzioni obbligate e a percorrere di sbieco lunghezze d’onda sorprendenti: diventa più fluido il passaggio da un mezzo all’altro, fra le diverse densità dei registri espressivi, rendendo abitabile lo smarrimento, anche solo nel breve tempo di un’istantanea, di un miraggio.

coming soon...